Valle dei Mocheni – In cammino con la stella

Ornata la stella, cadenzato il passo, schiarita la voce, abbelliti i Kronz. Si intona il canto. Inizia il Cammino della Stella.

Mocheni07

Mocheni04

A circa 1400 m di altitudine, fra i 7 masi che costituiscono il nucleo centrale del paese di Palù del Fersina, in Valle dei Mocheni, si snoda il corteo dei cantori e dei portatori della stella.

Mocheni02

Con il 6 gennaio termina l’antico rito della stella che caratterizza il periodo natalizio in questa valle, la cui asperità ha custodito nel tempo la purezza della propria tradizione.

Mocheni08

Accompagniamo anche noi la stella, portata dal gruppo dei coscritti, classe 1998, che quest’anno raggiungono la maggiore età. Un primo momento di iniziazione per loro verso l’età adulta, un rituale che ha il senso di prendere parte attiva nella comunità.

Si va di casa in casa, per ognuna si intona il canto come augurio e auspicio per l’anno nuovo.

Mocheni12

Non è un andare, ma piuttosto un cantare in cammino, senza fretta.

Gli abitanti attendono con trepidazione l’arrivo della stella. Sulla soglia delle case si dispongono i 2 piccoli cori di voci maschili e la stella, che viene fatta girare dal padrone di casa. A seguire un ristoro, semplice, genuino, sincero che accoglie tutti i presenti con un caloroso scambio di auguri reciproco.

Mocheni09

E via così, fino all’ultima casa, fino a notte fonda, dall’incanto del sole al tramonto al candore notturno delle stelle in cielo.

Mocheni05

Mocheni11

Mocheni16

Siamo partiti come spettatori e ci siamo ritrovati ad essere parte di questo cammino. L’iniziale riguardo nell’entrare nelle case di altri per un senso di rispetto si è sciolto nel calore del canto e nella genuinità dell’accoglienza che hanno reso autentico l’incontro con la Stella.

Mocheni15

Curiosità: i portatori della stella sono i ragazzi che raggiungono nel nuovo anno la maggiore età. Vestono il Fazol, un foulard che assieme al tricolore riporta un’immagine caratteristica e i nomi di tutti i coscritti, e il Kronz, il cappello tipico, ornato con perline, fiori secchi e la piuma del gallo forcello. Il rito della stella si svolge nei paesi di Palù del Fersina e di Fierozzo durante il periodo natalizio.

Mocheni14

Per maggiori informazioni: Istituto Culturale Mocheno

Consigliamo la partecipazione anche a famiglie con bambini a partire dai 3 anni. Il freddo è pungente, benché mitigato dalla bellezza del luogo, dalla magia del canto e dal calore delle case. Il percorso è lungo sentieri e vicoli di paese, alcuni non adatti per passeggini.

2 Comment

  1. Che bella tradizione! Nulla a che vedere con il triste canto della stella al quale ero abituata io parecchi anni fa (ma che almeno c’era, ora non più) nel mio paesetto d’origine in provincia di Verona e con quello dove ho abitato per qualche anno in provincia di Vicenza: un babbo Natale della Coca Cola raffazzonato in modo precario, uno stereo gracchiante che spara canzoncine di Michael Buble e Mariah Marey, il cestino per ragrannellare offerte in cambio di caramelle di zucchero.

    1. mirtis says: Rispondi

      Sì davvero bella! Qualcosa di simile si trova anche in Cadore, a Zoppé, ma si chiama Verbum Caro. Conosco il posto, per altro incantevole, ma non sono mai stata in occasione del periodo natalizio in cui si svolge questo rito popolare!

Lascia un commento!