Rovereto – Il Bosco della città

Se lo cerchi, lo puoi trovare!

Un luogo, che nella sua semplicità ti prende e ti porta via!

Io l’ho trovato, un piccolo posticino dove farmi prendere e portare via, con la mente, e lasciare volare il pensiero.

rovereto-bosco

Così è successo allo scoccare della primavera. Il suo nome, Il Bosco della città! A Rovereto, dove abito.

Una volta raggiunta l’elegante piazza Rosmini, si sale lungo viale dei Colli, finché un cartello segnala di voltare a sinistra e su, ancora, fino ad arrivare là, appena fuori città.

Non rimane che parcheggiare la macchina e lasciarsi trasportare dall’itinerario che più ispira.

Il Sentiero Giallo

Giallo come il sole.

Giallo come il tepore della primavera che si fa presenza.

Le primule.

rovereto-bosco-primule

Così ci avviamo lungo il sentiero, a piedi. Piccolo zaino in spalla e via per vivere la magia del bosco.

Una domanda come ispirazione di questo micro-viaggio nel mondo dell’immaginario alpino:

Mamma, dove è la primavera?

Quale itinerario più affascinante, se non il sottobosco e tutto quello che sta attorno?

In quell’apparente silenzio, di cui il bosco si tinge, si cela la vita. E’ lì la primavera da incontrare, conoscere ed esplorare!

Sulle ali di una farfalla

rovereto-bosco-farfalla

Un’ape succhia il nettare dei fiori e poi, all’improvviso, la primavera si manifesta nel volo leggero di una farfalla, che solletica la nostra curiosità. Inattesa e gradita compagna di viaggio, ci guida nel suo mondo.

Non manca la musica di sottofondo. Come nelle grandi occasioni, ecco il cinguettio degli uccelli che magistralmente ci osservano senza farsi vedere, o quasi! Troviamo di loro una traccia. Un nido, rami intrecciati con cura e amore.

rovereto-bosco-nido

Ha il tocco dell’abbraccio, candido e puro, come quello di una madre in attesa dei suoi piccoli.

Viviamo il nostro bosco che si veste di primavera, un po’ come Satsuki e Mei alla ricerca dello spirito del bosco, Totoro, nel film animato il mio vicino Totoro di Hayao Miyazaki.

Curiosità

  • Possibilità di diversi itinerari tematici, di facile percorrenza

  • Adatto per tutti, specialmente per chi crede nello spirito del bosco

  • A disposizione panche con tavoli e “poltrone” in legno (sul sentiero delle fiabe)

  • Ampio parcheggio

Ulteriori informazioni: Sito del Comune di Rovereto, sezione Vivi la città/Percorsi/Ambiente

Lascia un commento!