Valle d’Itria – Quadro d’autore

Vi è mai capitato nel vostro girovagare di avere la sensazione di essere all’interno di qualcosa di già visto? Ci pensate un momento, ed ecco, quel dipinto di Van Gogh che si manifesta davanti ai vostri occhi!

Così mi è successo. In Valle d’Itria. Un piccolo fazzoletto dell’entroterra pugliese tra le province di Bari, Brindisi e Taranto.

La mano che dipinge la tela non è quella del noto pittore, bensì l’unione di più mani. Quelle di persone che amano la propria terra. Così ho pensato, mentre mi disperdevo fra le strade di campagna, nelle viuzze di paese, fra il vociare della gente e i profumi delle cucine.

valleditria_puglia

Un trullo per caso

Tradotto in altre parole, si tratta della classica fortuna del principiante. Lo confessiamo!

Tanto abbiamo fatto, ed ecco il trullo per casa, Gallo Rosso.

valleditria_gallorosso_puglia

Pochi essenziali ingredienti:

– il paesaggio agreste

– l’eleganza delle cose semplici

– la colazione che non ti aspetti

puglia_gallorosso_valleditria

Quale il risultato?

Un fuso orario altro, quello del tempo che non c’è.

Si trova là, nel paese di Martina Franca.

E’ così. Il tempo si annulla. Quindi, cosa fare? Disperdersi nel piacere. Là, dove la capacità di cogliere la ricchezza della propria terra si fa cibo, storia, arte.

trullo_valleditria_puglia

Se per un istante chiudo gli occhi……

Assaporo il dolce nettare del fico appena colto, accompagnare il genuino sapore del capocollo.

Sfioro tracce di storia fra quelle pietre, bianche, incastonate l’una sull’altra, dalla mano sapiente dell’artista di terra, il contadino.

Sento le viscere della terra, nelle profondità delle grotte. Là, dove di notte il teatro trova vita.

Valle d’Itria, pennellate di un dipinto che si fa realtà.

trulli_valleditria_puglia

Per maggiori informazioni:

Trulli Gallo Rosso

Le Grotte di Castellana

Valle d’Itria

2 Comment

  1. Franca Maltempi says: Rispondi

    Come sempre,con poche parole, sai accendere la curiosità in chi legge i tuoi articoli.
    La tua poesia e le fotografie di Alberto mi hanno trascinato nei luoghi da te descritti………..se chiudo gli occhi (come da te consigliato) sono già lì a mangiare fichi e capocollo.
    Grazie anche per le informazioni sempre dettagliate e utili per chi voglia intraprendere questo viaggio, in caso contrario avremo “viaggiato” con la fantasia.

    1. mirtis says: Rispondi

      Non mi rimane che ringraziarti! E come sempre, Buon viaggio! Mirtis

Lascia un commento!